Le mani invisibili di Elena Berton

Prima presentazione in Italia del libro
Le mani invisibili di Elena Berton

(Elisabeth Sandmann Verlag, pg 224, euro 78)

top-big

Sicure e veloci, capaci di dare forma a materiali nobili facendo rivivere antiche tradizioni artistiche e creando oggetti senza tempo, le mani degli artigiani delle manifatture italiane d’eccellenza incontrati dalla stilista veneta Elena Berton nel corso della sua carriera sono al centro del libro Le mani invisibili, realizzato con l’editrice tedesca Elisabeth Sandmann Verlag. Composto da testi in italiano e inglese e da più di 200 immagini firmate da Marco Righes, Louisa Marie Summer e altri, il volume rende omaggio al lavoro nascosto e silenzioso che mantiene viva l’antica arte dell’artigianato, accompagnando il lettore in un viaggio esclusivo dove creatività, tecnologia e passione si incontrano.

La scelta di spostare l’attenzione dal manufatto al making of e “rivisitare i molti sentieri che conducono dall’idea fino al prodotto finale, mettendo in luce il lavoro, la storia, i luoghi, le mani, il tempo, la pazienza e lo sforzo che fanno di un oggetto artigianale qualcosa di davvero unico” permette di conoscere o riscoprire tecniche che rimandano a epoche passate. La conciatura delle pelli in bottai di rovere ha in Toscana origini antichissime, mentre la tecnica ancestrale dell’intreccio a mano alla quale Berton fa ricorso da molti anni per le sue borse riporta alla mente gli intrecci vegetali che venivano anticamente usati a protezione dei fiaschi e che sono visibili, per esempio, nei dipinti del Ghirlandaio che decorano la cappella Tornabuoni o i sofisticati decori a maglie larghe in oro che si possono scorgere sulle spalle di Elena da Toledo, moglie del granduca Cosimo, nel celebre ritratto del Bronzino conservato agli Uffizi. Le collane create con cristalli veneziani, ognuna delle quali richiede dai 400 ai 1000 cristalli e dalle 12 alle 36 ore di lavorazione, attingono alla sapienza artigianale della Serenissima celebrata dalle corti europee attraverso i secoli.

Vincitore di due premi importanti come il MGA Book Award e l’ICMA Award of Excellence, Le mani invisibili viene presentato per la prima volta in Italia dall’autrice e dall’editrice Elisabeth Sandmann all’interno del polo artistico e culturale dei Frigoriferi Milanesi, con la partecipazione diVinicio Capezzuoli, titolare della CMC Fashion, la più alta eccellenza italiana per quanto riguarda la produzione delle collezioni di alta moda, che produce innovative lavorazioni al laser di pelle, metalli e altri materiali per Elena Berton e per le più prestigiose per Maisons europee.

Durante l’incontro Elena Berton e Orsola Mainardis, artefice dei gioielli in cristallo, daranno una dimostrazione pratica del delicato montaggio manuale di capi e accessori alta moda.
L’incontro sarà inoltre arricchito dalla proiezione di video e foto che mostrano le varie fasi della lavorazione delle collezioni della stilista e dall’esposizione di due capi esclusivi della collezione in pelle laserata a edizione limitata, realizzati per il progetto “driving luxury” di BMW del quale Elena Berton è partner e attualmente esposti a Londra, Parigi, Mosca, Monaco di Baviera e Bruxelles.

Dopo Milano, il libro e il lavoro di Elena Berton verranno presentati con due grandi eventi esclusivi nelle sedi BMW di Bruxelles e Park Lane Londra rispettivamente l’8 e il 23 giugno.

Elena Berton stilista, si divide tra Monaco di Baviera, dove vive con il marito e i due figli, e Pietrasanta (LU), dove ha sede la sua attività. Laureata in Lingue e Letterature straniere, si dedica alla moda fin da giovanissima. La sua filosofia di vita e di lavoro si realizza nell’utilizzo di materie prime esclusivamente italiane e di altissimo livello e nella volontà di lavorare senza compromessi contro la massificazione e lo sfruttamento delle risorse umane.

IN ALLEGATO SCHEDA VOLUME DETTAGLIATA CON INDICE

www.elenaberton.it
www.elisabeth-sandmann.de

——————————————————————————–

Ufficio stampa in Italia:
IDN Media Relations | Milano
02 70104488 – idn@idnmediarelations.it

Condividi questa notizia

btt